Avorio vegetale

Collane, bracciali in avorio vegetale

L'avorio vegetale viene prodotto da un frutto di una specie di palma chiamata "Umukoko" in kirundi, la lingua nazionale del Burundi. Questo frutto contiene una noce, la cui consistenza e grado di durezza assomiglia in modo speciale all'avorio animale. Questa noce si puo' scolpire, rendere brillante con un prodotto abrasivo e colorarla, in quanto assorbe i colori naturali. La signora Ange Ndikumana produce dei bellissimi monili in avorio vegetale, aiutata da un équipe di donne burundesi.
Il loro laboratorio si trova a Bujumbura, la capitale del Burundi dove anche la Fondazione AVSI interviene da ormai quindici anni con progetti di sviluppo. Grazie all’incontro tra le donne della bottega della signora Ange e AVSI, nasce l’opportunità d’introdurre sul mercato occidentale questi prodotti artigianali e dall’alto valore estetico.

Le collezioni sono disponibili in vari colori a richiesta;sono inoltre disponibili due tipologie di bracciali.




AVSI in Burundi

AVSI è presente in Burundi dal 2001. Il primo intervento significativo è stato l’apertura del Centro MEO. In seguito attraverso progetti finanziati da UNICEF e fondi privati si è continuato a provvedere al sostegno di 1200 bambini vulnerabili attraverso il reinserimento scolastico, il pagamento di cure mediche e un supporto psico-sociale alle famiglie.

A questi interventi educativi si sono affiancate altre attività quali il sostegno di associazioni locali, sensibilizzazioni alle tutrici dei bambini, interventi di carattere comunitario (equipaggiamento delle scuole, adduzione d’acqua potabile, costruzione di scuole e latrine).

Nel 2005, a fronte di numerose sollecitazioni da parte delle autorità locali e delle agenzie ONU presenti nel paese, AVSI ha deciso di allargare la propria area di intervento oltre Bujumbura, nelle zone rurali. Dopo uno studio attento dei bisogni delle varie province si è deciso di intervenire nella Provincia di Kayanza, zona con un’alta densità di popolazione, elevato numero di bambini non scolarizzati, denutrizione cronica e alto tasso di sieropositività.

Oggi i settori principali d'intervento di AVSI sono quindi l'educazione e la protezione del bambino.

Nell’ottica di migliorare la conservazione della natura, AVSI in Burundi promuove l’utilizzo dell’avorio vegetale, alternativa che consente all’uomo di ottenere profitti in modo equo salvaguardando elefanti e perservando le foreste del Burundi. A partire da questo obbiettivo, nasce la collaborazione con la signora Ange Ndikumana. Lei e la sua equipe di donne burundesi, producono con abilità e in modo artigianale dei monili di avorio vegetale, fatti a mano e unici nel loro genere.